AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ACQUASPARTA IMPIANTO A LED DI VIA TIBERINA

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ACQUASPARTA IMPIANTO A LED DI VIA TIBERINA

IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE NEL COMUNE DI ACQUASPARTA (TR)

CLIENTE

Amministrazione Comunale di Acquasparta – Impianto a LED di Via Tiberina


PROBLEMI SPECIFICI

La S.P. 113 detta Via Tiberina è un’area a prevalente traffico veicolare a scorrimento veloce che funziona da bretella per il Comune di Acquasparta tanto da essere utilizzata: sia per parte del transito ordinario tra San Gemini Acquasparta e Todi, sia per collegare il nucleo principale del Comune con alcune sue frazioni, sia come principale accesso alla città per chi proviene dalla superstrada E45. La connotazione prevalentemente veicolare dell’arteria è confermata dal fatto che su essa insistono attività artigianali/Depositi ed è, per buona parte della sua estensione, priva di marciapiede per il transito pedonale.

Le condizioni dell’impianto di pubblica illuminazione preesistente il nostro intervento,  erano pessime sia a livello di impianto elettrico (Quadro fatiscente, cavidotti non a norma, comunque inadeguati perché spesso danneggiati dalle varie opere di piccola urbanizzazione delle attività  commerciali site ai lati del tratto centrale della strada); i sostegni in condizioni fatiscenti ed i corpi illuminanti della tipologia a coppa aperta (Fivep Tiros) anche queste risalenti agli anni ’70 molto usurate.

Il progetto è teso al miglioramento delle prestazioni degli attuali impianti d’illuminazione attraverso i seguenti principi:

  1. nel rispetto della Legge n. 20 del 28/02/2005 della Regione Umbria in tema di risparmio energetico e contenimento dell’inquinamento luminoso;
  2. nell’applicazione del relativo Regolamento di Attuazione n.2 del 05/04/2007: “Norme in materia di prevenzione dall’inquinamento luminoso e risparmio energetico”.
  3. nell’osservanza delle norme UNI 11248 e UNI 13201-2-3-4 in tema di prestazioni illuminotecniche degli impianti d’illuminazione pubblica per la sicurezza degli utenti della strada;
  4. nell’osservanza di tutte le leggi e le norme CEI vigenti in materia di impianti elettrici e di apparecchi d’illuminazione.

La categoria di riferimento stradale è ME3b e ME3c, le sorgenti luminose erano costituite da lampade a vapori di mercurio.


LA RISPOSTA CPM

È stato proposto e realizzato, in questo importante e delicato tratto di viabilità un impianto d’illuminazione realizzato con apparecchiature certamente tra le più sofisticate e di ultima generazione nel mercato del 2011, che associano una ottima visibilità della strada sia nella visione centrale, sia in quella periferica. La principale caratteristica delle apparecchiature a LED installate è quella di coprire un ampio spettro cromatico e, quindi, di agire anche sulle bande del blu; cioè proprio su quelle lunghezze d’onda alle quali meglio reagisce il nostro sistema visivo in condizioni di visione scotopica (visione notturna).

Altro vantaggio importante delle apparecchiature a LED selezionate è la forte riduzione degli interventi di manutenzione quali il relamping grazie alla lunga durata di vita che caratterizza i diodi luminosi che compongono il sistema.

Gli interventi di dettaglio effettuati sono stati i seguenti:

  1. installazione di un nuovo quadro di comando;
  2. posa in opera una nuova linea di alimentazione completamente interrata in sostituzione di quella attuale quasi interamente aerea;
  3. sostituzione di tutti i sostegni (n°52), che sono prevalentemente di cemento con braccio, e posa in opera nuovi sostegni conici dritti di acciaio. Anche i pochi sostegni di acciaio installati sono stati rimossi poiché presentano una conformazione geometrica “a frusta”: questa operazione è tesa ad ottenere una perfetta omogeneità di formazione dei pali che insisteranno sulla strada. Sono stati installati anche n° 5 ulteriori nuovi sostegni per ottimizzare l’interdistanza tra i centri luminosi in osservanza delle prescrizioni della norma UNI-EN 13201.
  4. sono stati posati in opera n°49 nuovi apparecchi stradali caratterizzati da ottica ad alte prestazioni illuminotecniche e sorgenti luminose a LED ad alta efficienza con elevato indice di resa dei colori e temperatura di colore pari a 6000 K. Gli apparecchi a LED sono dotati di scheda elettronica programmabile per la regolazione puntuale del flusso luminoso durante il ciclo di accensione. Le ottiche osservano le prescrizioni contro l’inquinamento luminoso stabilite dalla Legge Regionale dell’ Umbria 20/05. Il corpo illuminante è della stessa tipologia utilizzata per la strada di accesso alle Terme.
  5. sono stati posati in opera n°9 nuovi apparecchi stradali caratterizzati da ottica ad alte prestazioni illuminotecniche e sorgente luminosa ai vapori di sodio ad alta pressione, ad alta efficienza. Anche questi apparecchi osservano le prescrizioni contro l’inquinamento luminoso stabilite dalla Legge Regionale dell’ Umbria 20/05 e saranno dotati di sistema di alimentazione elettronico con regolazione punto-punto del flusso luminoso durante le ore notturne.

RISULTATI

Abbattimento completo dell’inquinamento luminoso ossia della dispersione verso l’alto del flusso luminoso generato dai corpi illuminanti e migliore qualità di illuminamento essendo passati da 0,3 cd/mq dell’impianto esistente alle 1,0 cd/mq dell’impianto riqualificato (oltre a migliorare l’uniformità orizzontale e longitudinale rispettivamente da 0,3 e 0,5 a 0,5 e 0,5) , come emerge dai calcoli illuminotecnici eseguiti secondo norme UNI UNI 11248 e UNI 13201‐2‐3‐4 in tema di prestazioni illuminotecniche allegati al progetto esecutivo si sono ottenuti sensibili benefici energetici con una riduzione del fabbisogno di energia primaria del 36%,  pari  1,93 TEP/anno,  corrispondente ad una diminuzione in termini di emissioni di CO2 in atmosfera pari a 4,37 tons.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ACQUASPARTA IMPIANTO A LED DI VIA TIBERINA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>